Verucchio

Verucchio: per chi ama la storia

LA STORIA

Verucchio é celebrata per la sua storia molto antica e legata strettamente alla Signoria dei Malatesta. Ma ancora prima dell'epoca Medievale, tra il IX e il VI secolo a.C., durante l'età del ferro,Verucchio ha ospitato un importantissimo insediamento villanoviano del quale oggi preserva, nel Museo Civico, gli straordinari reperti ritrovati.
La sua struttura è comunque di età medievale. Tra la fine del XII secolo e il 1462, dall'inespugnabile Rocca di Verucchio, i Malatesta si assicurano la loro potenza su tutta la costa e sulle Marche. Ma l'anno 1462 decreta la fine del loro dominio a causa di un assedio ingannevole da parte di Federico da Montefeltro.
In seguito, Papa Leone X assegna a Verucchio il titolo di Città.
Dopo la metà del 1500 Verucchio tornò sotto il controllo della Chiesa.

DA VISITARE

Rocca Malatestiana o Rocca del Sasso
La Rocca del SassoLa struttura monumentale della Rocca Malatestiana è un complesso di edifici costruiti in diversi periodi, edificate tra il XII e il XVI secolo in una vasta zona creata sulla cima del "sasso" di Verucchio da cui si può godere di un panorama unico. Verso la fine del XII secolo la Rocca era di proprietà della famiglia dei Malatesti.
Quì vide la luce il "Mastin Vecchio" Malatesta da Verucchio, il grande capo dei guelfi che cnel 1295 conquistò Rimini per poi fondare la Signoria Malatestiana. Ciò che resta della fortezza con la sua torre arcaica si possono ancora apprezzare all'interno della costruzione quattrocentesca frutto dell'azione di Sigismondo Pandonfo Malatesta del 1449.
Da non perdere le stanza con allestimenti affascinanti e la maestosa Sala Grande. Si possono poi visitare le segrete per poi risalire in cima al mastio e ammirare una vista strepitosa

Mura del Fossato
Dalla chiesa di S. Agostino si percorrono le Mura del Fossato. Le Mura, totalmente restrutturate, concedono splendidi scorci sulla Valle del Marecchia;il cammino lungo il loro tracciato diventa un incontro con la storia. E' un saliscendi lungo i torrioni che dona visioni dii di suggestione indimenticabile.

Monastero delle Monache di Santa Chiara

Sulla cima del paese, dalla parte opposta a quella della Rocca del Sasso, si erge il Monastero delle Monache Benedettine, eretto nel 1610 su ciò che rimaneva della Rocca del Passerello. Anche in questa Rocca i Malatesta risiedettero.
Il monastero, ancora castello per metà della sua struttura, non può essere visitato in quanto ancora oggi dà casa ad alcune monache di clausura.

Museo Civico archeologico

Il Museo Civico Archeologico è una raccolta di importanza internazionale, una delle sorprese artistiche e culturali dell'entroterra di Rimini.
La raffinatezza estetica e l'eccezionalità dei reperti (più di 100 tombe villanoviane - etrusche risalenti all'età del ferro) ne fanno un museo davvero da visitare.
Grazie ad una importante campagna archeologica, negli ultimi anni sono riemersi utensile e arredi unici nel loro stile e nel loro grado di mantenimento. Basti pensarePanoramica notturna della rocca di Verucchio ai manufatti in legno o ai recipienti in fibre vegetali e alle stoffe che sono stati ritrovati.
Ma il reperto più unico che raro é il trono ligneo con rla risproduzione di linee umane.
La cornice del Museo Civico é il Monastero agostiniano costituisce una ottima cornice per le sue splendide architetture.

Chiesa Collegiata
Edificata nel 1863, é una delle cattedrali di questa Valle.
Da visitare le opere di pregio cpreservate al suo interno:
il Crocefisso ligneo del sec. XIV che appartiene alla scuola riminese del Trecento;
Il Crocefisso ligneo del sec XV: si tratta di scuola veneziana e dipinto da Nicolò di Pietro nel 1404.
La Tela del Centino della metà del '600 che raffigura S. Martino nel momento in cui dona un mantello ad un mendicante.

Antica fonte e pozzo malatestiano

Appena all'entrata di Cerucchio sgorga una sorgente che per tanti secoli ha provveduto a fornire acqua agli abitanti di Verucchio.
Recentemente, alcune esplorazioni hanno scoperto l'esistenza di cisterne con copertura a volta e di un pozzo chje risalgono al XV secolo.

Piazza Malatesta
E' la piazza centrale del paese da cui si ammirano il Palazzo Comunale ed numerosi edifici di fine ottocento.

Convento Francescano sec XIII

A Villa Verucchio,nella parte pianeggiante si trova il Convento francescano. Quì si trova la chiesa di Santa Croce, una splendida opera d'arte della scuola riminese che rappresentante il momento della crocifissione di Gesù.
Ealtante é la visione di un vero e proprio monumento arboreo, il cipresso, che si dice abbia più di 700 anni, alto circa 23 metri, e che secondo una leggenda sarebbe stato piantato da S. Francesco.
Il convento é il più antico edificio francescano di tutta l'Emilia Romagna,in quanto la sua costruzione risalirebbe al 1215.

Informazioni Utili:
A Verucchio troverete ottimi alberghi dotati di tutti i comfort, per darvi modo di visitare  questo piccolo ma meraviglioso paesino in tutta tranquillità e relax.
Municipio: P.zza Malatesta 27, Tel. 0541-670154
Pro Loco informazioni IAT: P.zza Malatesta 21, Tel. 0541-670222 Fax 0541-673266
e-mail iat.verucchio@iper.net
Ufficio Cultura: P.zza Malatesta 27, 0541-670154 Fax 0541-679570
Rocca Malatestiana: Tel. 0541-670552
Museo Civico Archeologico: Via S.Agostino, Tel. 0541-670280
Orari di Apertura Museo e Rocca: dal 1 ottobre al 31 marzo
Sabato dalle ore 14,30 alle 19,00
Domenica e festivi dalle ore 10,00 alle 12,30 - 14,30 alle 19,00
dal 1 aprile al 30 settembre
Tutti i giorni dalle ore 09,30 alle 12,30 - 14,30 alle 19,30
Per visite di gruppi o scuole in giorni diversi da quelli di apertura
telefonare Pro Loco