Faenza

Faenza: dove l'arte e' di casa

LA STORIA

Presso Piazza del Popolo, tra logge e portici si può respirare tutto il fascino pregevole ed equilibrato della città. Nel 1300 i Manfredi arrivarono a Faenza ed é proprio in questa epoca che inizia la lavorazione delle ceramiche diventata, in seguito, famosa e conosciuta in tutto il mondo. Come testimonia il termine Faiance che, in molte lingue eurIl duomo di Faenzaopee, indica il nome della maiolica.
Faenza è considerata come una piccola coroncina in cui brillano tente gemme e la Cattedrale della città é una di queste. La sua struttura rappresenta tutta l'espansione della cultura toscana nella città di Faenza. Un’altra gemma é Palazzo Milzetti al cui interno si può ammirare lo splendido boudoir, ovvero, «Gabinetto dell’Amore».

Cucina tipica: i piatti tradizionali sono le zuppe, la minestra matta e incazeda, le zuppe, la pasta e fagioli, lo stracotto di castrato con cipolle, fegatelli con la rete. Queste sono tutte specialità che riconduciono ad una cucina contadina, semplice e gustosa.

Vini: Inutile dire che il Sangiovese é ottimo per tutti i tipi di pasta. Poi c'é l’Albana e il Trebbiano che si coniugano in maniera unica con le minestre asciutte della tradizione.

Le caratteristiche ceramiche FaentineAcquisti e souvenir: l'acquisto delle maioliche é un must. La scelta é ampia:piatti, piastrelle, vasi, servizi da tavola. Tutto sta nel gusto della persona e da quanto si vuole spendere.

Dintorni: Riolo terme: incantevole località termale con un borgo medievale racchiuso entro le vecchie mura.

Informazioni: Per scoprire al meglio questa incantevole città e le sua atmosfera perticolare, non c'è niente di meglio che soggiornare in uno degli hotel messi a disposizione per tutti coloro che si sentono attratti dal fascino di Faenza. Strutture confortevoli e dotate di tutti i servizi vi aspettano!